La crescita del mercato delle costruzioni filippino rimarrà “robusta” nel 2020

La crescita del mercato delle costruzioni filippino rimarrà “robusta” nel 2020

MANILA, Filippine – Il settore delle costruzioni nelle Filippine dovrebbe espandersi a un ritmo più rapido nel 2020 rispetto allo scorso anno, potenziato dall’aumento della spesa pubblica e dai progetti infrastrutturali di grande valore che sono finanziati da assistenza estera e capitali privati.

221/5000Nel tentativo di potenziare la crescita economica, l’amministrazione Duterte prevede di spendere migliaia di miliardi di pesos per migliorare le strade, i porti e le ferrovie obsoleti del paese attraverso l’ambizioso programma chiamato “Build, build, build”.

In una nota di ricerca inviata venerdì ai giornalisti, Fitch Solutions ha affermato di aspettarsi che il mercato delle costruzioni del Paese si espanderà nel 2020 del 9,4%, in termini reali. Ciò significa che le Filippine rimarranno uno dei mercati delle costruzioni in più rapida crescita nella regione, ha aggiunto.

L’unità di Fitch ha dichiarato che il programma infrastrutturale del presidente Rodrigo Duterte rimarrà un motore di investimenti nel settore delle costruzioni, mentre il ritmo dell’esecuzione del progetto influenzerà fortemente la crescita del settore nel breve termine.

“Nel settore delle infrastrutture, i progetti ferroviari dovrebbero favorire la crescita nel 2020”, ha affermato Fitch Solutions.

“Anche se non tutti i progetti in cantiere dovrebbero contribuire al PIL del settore delle costruzioni di quest’anno, evidenziamo il settore ferroviario come un importante contributo alla crescita del settore delle costruzioni a breve termine, con numerosi progetti in corso nella regione della capitale nazionale che stanno andando bene “, ha aggiunto.

Nel 2019, la crescita del PIL è stata in media del 5,9%, mancando l’obiettivo del governo del 6% -6,5% per l’anno. L’autorità statistica filippina ha affermato che la costruzione è stata tra i principali motori della crescita negli ultimi tre mesi del 2019.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *